Stati interessanti >> Scrittura

30 giugno 2018

Autopsia di un recruiter.

Selezionerai le parole da assumere perché piene di vita e individuerai quelle da scartare perché morte da tempo. Le prime daranno vita al tuo vocabolario base, le seconde le ritroverai negli annunci dei recruiter.

Un lavoro è la persona più importante che puoi incontrare nella vita. Lo nutri ogni giorno con dedizione. Lui cresce genuino e vigoroso. Un lavoro è la storia più vera che puoi vivere. Gli fai sentire in ogni momento la tua passione in carne e ossa. Lui ti ricambia sempre sanguigno e generoso.

Lavorare è il modo migliore che hai di incidere nella vita. E le parole scritte sono l’incisione più precisa e corrispondente che hai per raccontarla. È così che incontri la persona più importante nella vita: la persona che con il lavoro sei diventato o diventata. È quella persona che fa di una risorsa, una risorsa umana.

La scelta dei materiali migliori: spicchi di esperienze pieni di succo. La cura nelle finiture: la continua formazione per sbucciare le incompetenze rimaste. L’attenzione per i particolari: spremute di competenze fino all’ultima goccia. È così che ogni giorno il lavoro esprime la tua vocazione. Proprio come un grande amore: nasce dall’amore che dedichi alle cose più piccole. E dal tempo che spendi per metterle in relazione.

Le parole sono lavoratrici instancabili. La scrittura è il loro posto di lavoro. Fisso. Sei tu che devi assumerle dopo un’attenta selezione. Ricerchi, confronti, quantifichi: fai colloqui con le parole. Ascolti che cosa hanno da dirti. Chiedi che cosa hanno da offrirti.

Di ogni candidata esplori il suo passato di formazione: l’etimologia. E per ognuna misuri le competenze acquisite: i significati. E così, valuti se per il loro significato stretto richiedono solo il part time o se sono disposte a fare gli straordinari nel loro significato più lato. Se sono disposte a viaggiare in tutta la loro estensione semantica o se sono capaci di sorprenderti con il loro significato figurato.

Cercherai di capire se possono lavorare in più settori della tua scrittura: l’ufficio narrazione o il reparto informativo, la divisione della scrittura descrittiva o lo sportello di quella conversativa. Ma soprattutto vorrai capire il peso delle loro esperienze lavorative: per evitare le parole standardizzate dell’industria dei linguaggi e considerare solo le parole familiari dell’artigiana lingua. A loro farai firmare un contratto a tempo indeterminato. E con quella squadra di parole operaie lavorerai nell’azienda della tua scrittura per produrre i testi per il lettore.

È così che selezionerai le parole da assumere perché piene di vita e individuerai quelle da scartare perché morte da tempo. Le prime daranno vita al tuo vocabolario base, le seconde le ritroverai negli annunci dei recruiter.

In un’ottica di rafforzamento della rete commerciale, per dinamica azienda del settore alimentare siamo alla ricerca di un sales manager. Si richiede una comprovata attitudine al problem-solving e un’ottima propensione al lavoro in team. Urgono abilità comunicative e relazionali, forte orientamento al risultato e voglia di crescere. Costituirà titolo preferenziale la conoscenza della lingua inglese e dei programmi del Pacchetto Office (Word, Excel, posta elettronica). La figura ricercata riporterà direttamente alla Direzione Aziendale. La risorsa intraprenderà un percorso di sviluppo e formazione strutturato. Inquadramento e retribuzione di sicuro interesse saranno allineati alle competenze ed esperienze effettivamente maturate.

Il guaio delle risorse umane è inciso nelle parole scritte: esistere per le aziende in annunci scritti dai recruiter con parole non umane. Una scrittura senza filtro toglie alla parola scritta la sua risorsa più importante: l’essere umana. Se il recruiter non la assume nella sua azienda di parole, la sua scrittura non potrà risorgere. Perché i linguaggi sono la traduzione sbagliata della lingua. E il nostro è quel paese che dà la cittadinanza ai traduttori della lingua italiana nell'Italia dei linguaggi.

Andrea Ingrosso

Copywriter - Autore di scrittura per le aziende.

© 2018 Mamy

© 2018 Mamy

Contenuti per le aziende.

Camisano Vicentino - Vicenza

comunicazione@mamyadv.com

338 5322126