Pancione >> Immagine coordinata

4 febbraio 2014

La comunicazione del coordinamento.

All’inizio tutto era nel caos. Una parola da mettere in ordine. Coordinare le sue lettere tra loro in una relazione di senso perché diventino il nome di una cosa. Comunicare un nuovo inizio.

C’è stato un tempo in cui l’essere umano non sapeva che esisteva un mondo. Uomini e donne giravano in mezzo alla natura in cerca di cibo e di qualcosa per coprirsi. I bambini correvano dappertutto alla ricerca di qualcosa con cui intrattenersi.

Non c’erano case. Non c’erano strade. C’era un mondo, sì. Ma un mondo nel caos. Dove nessuno sapeva chi era lui stesso e chi erano gli altri. Dove nessuno conosceva ciò che c’era attorno a lui e attorno agli altri.

Tutto era nel caos. Tutto non era ancora diventato cosa. Tutto non era ancora diventato società. C’è stato un tempo in cui l’essere umano ha visto e capito che esisteva un mondo. Uomini e donne giravano per le strade in cerca di ristoranti dove mangiare e negozi di abbigliamento dove vestirsi. I bambini trovavano pronti davanti allo schermo personaggi creati per intrattenerli.

C’erano case e strade. Palazzi e autostrade. C’era la cosa. C’erano tante cose. Milioni, miliardi di cose. C’era un mondo, sì. Ma un mondo dove ognuno sapeva chi era nel suo proprio e chi erano gli altri nel loro. Un mondo dove ognuno conosceva ciò che c’era attorno a lui e attorno agli altri.

Tutto ha iniziato ad avere un ordine. Tutto è diventato una cosa sola. Tutto è diventato società. Grazie, Comunicazione.

C’è un tempo in corso dove le persone non sono in grado di riconoscere le immagini delle aziende e di distinguerle nel mercato. Uomini e donne sfogliano i giornali in cerca di notizie e trovano pagine affollate di immagini di aziende che la loro memoria non sa riconoscere.

Non c’è coordinamento dell’immagine. Non c’è organizzazione nella comunicazione. C’è una comunicazione, sì. Ma una comunicazione affollata. Le aziende non organizzano la propria comunicazione. Le aziende non si presentano con un’immagine coordinata. Le aziende non sono riconoscibili.

Ci sarà un tempo in cui le persone riconosceranno le immagini delle aziende. Uomini e donne sfoglieranno i giornali in cerca di notizie e troveranno immagini che la loro memoria collegherà a nomi di aziende e prodotti. Ci saranno immagini coordinate. La comunicazione sarà coerente. Ci sarà una comunicazione.

Le aziende avranno finalmente una comunicazione organizzata. Le aziende avranno un’unica immagine. Le aziende saranno facilmente riconoscibili. Grazie, Coordinamento.

Andrea Ingrosso

Copywriter - Autore di contenuti per le aziende.

© 2017 Mamy

© 2017 Mamy

Contenuti per le aziende.

Camisano Vicentino - Vicenza

comunicazione@mamyadv.com

338 5322126